Monthly Archives: gennaio 2012

Cortometraggi a Prossima Fermata Como

Durante la giornata dell’11 febbraio oltre agli interventi di persone e rappresentanti del mondo associativo comasco daremo spazio alla dimensione narrativa attraverso brevi storie filmate. Tre diversi registi, con tre diversi temi,  e , cosa non da sottovalutare, tre età diverse per poter meglio raccontare la contemporaneità. Uno sguardo al generale e uno al particolare, perchè a noi piace così.

Cortometraggi

Ecco i titoli.

Fragmnets
Scritto, diretto e montato da
Anna Falciasecca

Cortometraggio girato in occasione della campagna “Action for Women” per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne.

Uno sguardo in una normale giornata lavorativa di una donna che nasconde un pesante segreto. [vedi: noolyta.com]

Dario Tognocchi presenterà  due testimonianze sulla città di Como

Restiamo umani
Due giornalisti intervistano un parroco che da solo fa ciò che nessuna istituzione sa fare, per accogliere, ospitare, confortare e avviare ad un processo di inclusione, centinaia di migranti che giungono a Como scacciati dalla guerra, dalle tirannie e dalle carestie.
La Parrochhia di rebbio, le voci dei protagonisti, le aspirazioni e i sogni dei migranti.

Il pane di Persepoli
Cosa sta cambiando, anche a Como, soprattutto in via Milano a seguito dei consistenti flussi di migranti che in questi anni hanno riguardato anche la nostra città?
Oltre il fatto di cronaca e oltre i limiti della presa di posizione, ecco che le storie di avventurosi viaggiatori, divengono semplice poesia.

“Sei ore prima di adesso”
Leopoldo Caggiano, che sta finendo di montare in questi giorni il suo corto,  giusto giusto per l’11 febbraio: presenterà uno spaccato di un dramma contemporaneo, l’emigrazione giovanile.

Sinossi:
La vita imperfetta ma perfettamente adattabile alle aspettative di un ragazzo ventottenne viene scossa dal terremoto di una novità fuori contesto: una promozione sul lavoro, e la possibilità di andare oltreoceano, di iniziare a sognare nella città che tutti conoscono come la Grande Mela.
Una commedia sulla scelta di partire per crescere, o restare per sperare, con un sorriso sulla difficoltà di affrontare ciò che ci lasciamo alle spalle, e ciò che non vediamo chiaro davanti a noi.

I corti verranno proiettati durante il pomeriggio di sabato 11 febbraio, a partire dalle 15.00

No allo stato di suinazione

suino1Purtroppo oggi è un giorno in cui possiamo dire addio, almeno finchè qualcuno non si sveglia  a Roma, all’idea di ri-portare la preferenza all’interno delle nostre possibilità durante le elezioni nazionali. Purtroppo è andata male, anche se molti se lo aspettavano. Tuttavia ci sono altri mezzi per esercitare la propria volontà e questi sono quelli legati alla cultura democratica, prassi che non si risolve solo quando ci sono le elezioni (per fortuna!), ma è un modus vivendi et operandi, che parte principalmente da noi. Dalle cose più piccole infatti possiamo arrivare a quelle più grandi se antropologicamente cambiamo il nostro modo di agire e pensare. L’Italia e il territorio comasco stanno attraversando un momento particolare, che mi ricorda la situazione del figliol prodigo, costretto a rubare le ghiande ai maiali che custodiva. Como ha molto da dire ancora, anche se forse è stata troppo prodiga in passato, un po’ troppo miope e timida nel recente presente, ma credo che ci siano ancora le basi per trovare una sua nuova vocazione se lo vuole. La cultura e la storia della nostra città possono dare dignità alla tanto abusata locuzione “città turistica”. Non stiamo a raccogliere le ghiande che ci lasciano Milano e Varese. Sappiamo che avete molto da dire e molti vogliono ascoltare e sapere.                                           Esiste una città nascosta che attendiamo di sentire!

Contribuisci alla Prossima Como!

La Prossima Como parte dal Teatro Lucernetta precisamente l’11 febbraio 2012 (si parte alle 14.30).

Prossima Fermata Como

Chi immagina un città e un’Italia diverse, rinnovate,  chi è convinto che Como abbia perso troppi treni, chi ha speranza nel cambiamento sarà alla nostra manifestazione con proposte e interventi da regalare a tutti.

Il nostro spazio è a disposizione: puoi esprimere la tua idea per migliorare Como, l’Italia o il mondo con un intervento, con una canzone, con un cortometraggio. Le regole sono solo due: il tempo massimo è di 5 minuti, è obbligatorio mandare preventivamente l’intervento e una parola a cui si ispira a:

info@prossimafermatacomo.it

Tutti gli interventi saranno ripresi e insieme alle parole formeranno il Vocabolario della  Prossima Como che verrà messo online su questo sito.

La prossima Italia, la prossima Como, sarà migliore di questa: vogliamo crederci!

Hai 5 minuti, ora tocca a te